Nota critica di Anna Maria Curci su “La cenere dei Sogni”

1

Un incontro felicissimo tra poesia, composizione, canzone, arrangiamento: questo è La cenere dei Sogni, 23 tracce tra brani da Emporium. Poema di civile indignazione, letti da Marco Onofrio, che ne è l’autore, brani strumentali composti da Marco Onofrio, arrangiati ed eseguiti da Valerio Mattei, canzoni scritte, arrangiate ed eseguite da Valerio Mattei e, ancora, canzoni con musica di Marco Onofrio, arrangiate ed eseguite da Valerio Mattei. Le tracce si danno la mano e compongono un filo tenace, che le corde dell’espressione artistico fanno vibrare dando voce a note diverse. È così che l’indignazione civile si allaccia alla malinconia, i toni elegiaci trascolorano per lasciare il passo all’ironia leggera eppure incisiva, lo strappo al velo pietoso fa intravedere il cielo della speranza nell’uomo nuovo, l’atto di accusa, senza edulcorazioni e veemente, volge lo sguardo, con incanto struggente, a quella «cenere dei sogni» che è il Leitmotiv di un’opera che abbraccia intenzionalmente stili diversi, senza mai logorare il filo del dire schietto, con passione e maestria. 

Anna Maria Curci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...