1 dicembre 2021: esce a Reggio Calabria, per Città del Sole Edizioni, il nuovo saggio monografico di Marco Onofrio: “L’officina del mondo. La scrittura poetica di Dante Maffìa”

Può, la critica della poesia, farsi poesia essa medesima (per densità di sguardo, evocazione di contenuti, proprietà di stile)? Sì, se il critico è poeta a sua volta, e sa leggere i testi – frequentati di prima mano e affrontati in una sorta di erotico e salvifico “corpo a corpo” – con strumenti particolari, sottili e quasi medianici d’interpretazione, raggiungendo quel mirabile equilibrio tra sensibilità, erudizione e carica umana entro cui si diffonde il lievito più alto e durevole della cultura. È quanto accade in questa magistrale, poderosa e per certi versi “definitiva” monografia che il poeta Marco Onofrio, sfoderando le armi migliori del suo riconosciuto talento saggistico, dedica – 7 anni dopo essersi occupato della sua narrativa – alla straordinaria Opera in versi di Dante Maffìa, il più grande poeta italiano del secondo Novecento.    

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...